29 gennaio 2012

Il Gelo

Un caro saluto a tutte voi,

l'ulivo di casa mia, in questi giorni si presentava così, non è neve.......è gelo! Mi è subito tornata in mente una poesia che mi aveva colpito qualche tempo fà, e che ben rappresenta ciò che ho provato.
Volevo condividerla con tutte voi, augurandovi, anche se si preannuncia fredda, una serena e armonica settimana.
Un abbraccio a tutte.
Chicca
 

Il gelo

La terra era squallida e grigia
e grigio e monotono il cielo;
l'inverno riaprì la valigia
e poi disse al gelo:
«Ricama con mano gentile
quest'umida nebbia sottile! ».
Il gelo si mise al lavoro;
sui penduli rami tremanti profuse,
con arte, un tesoro
di perle e di diamanti,
e, all'alba del nuovo mattino,
la terra fu tutta un giardino.
Il sole dai monti si affaccia
i candidi fiori a guardare;
la nebbia fumosa discaccia,
li viene a baciare;
e allora si rompe l'incanto...
i fiori si sciolgono in pianto!
                  Rosalia Calleri

5 commenti:

primula1510 ha detto...

bella poesia e che arrivi presto il sole
ciao

Luci e colori ha detto...

Ciao mia cara,
ti ho assegnato un premio passa a ritirarlo sul mio blog!
Un bacio
Luci&Colori

^_^ M@ddy ^_^ ha detto...

Ciao tesoro ^_^ !!!
La poesia è bellissima, grazie di averla condivisa...
...e, sai, i rami del tuo ulivo così ghiacciato mi fanno venire in mente le "ghiacciature" sulla frutta che si realizzano con lo zucchero ^_^ !!!!

Bacione!

M@ddy

antonella ha detto...

Non conoscevo questa poesia, bella! Una tazza di te fumante per sciogliere il gelo? :-)

Chicca ha detto...

Grazie Primula, Luci e Colori, Maddy e Antonella, siete sempre carine e presenti.
Un abbraccio.